“Proprio dentro di noi esiste uno dei più complessi ecosistemi della natura” di Antonio Maria Ricci

16 aprile 2014 

Esiste proprio dentro di noi uno dei più complessi ecosistemi della natura: è il microbiota dell’apparato gastrointestinale, ossia l’insieme dei microrganismi presenti nel tubo digerente dell’uomo che hanno un ruolo fondamentale per la vita umana.

Definito dagli scienziati un “super-organismo”, il microbiota è composto da un numero di batteri pari a 6 volte il totale delle cellule che compongono l’intero corpo umano e da almeno quattro milioni di tipi di batteri diversi.

I principali batteri che popolano l’apparato sono i Bifidobatteri, i Lattobacilli e gli Eubacterium, ma ve ne sono di numerose altre specie e tutti insieme svolgono funzioni per noi essenziali. Per esempio, favoriscono la biodisponibilità di alcuni nutrienti e la metabolizzazione delle calorie; sintetizzano diverse vitamine; regolano l’espressione del sistema immunitario nella mucosa intestinale; sostengono la peristalsi intestinale e infine proteggono la mucosa intestinale – e dunque l’intero organismo – dalle aggressioni di microrganismi patogeni (che provocano malattie), prevenendo così la comparsa di molte infezioni.

Diversi recenti studi dimostrano che i batteri possono addirittura incidere sugli stati d’animo e i comportamenti umani, stimolando a livello intestinale la produzione di sostanze che raggiungono e condizionano il Sistema Nervoso Centrale. Per esempio, al fine di proteggere i delicati equilibri del proprio ecosistema, alcuni tipi di batteri inducono l’individuo a desistere inconsciamente dall’esplorare nuovi ambienti: in questo modo, il microbiota si garantisce una riduzione del rischio che la persona entri in contatto con nuove specie batteriche che potrebbero colonizzarne l’intestino. Il risultato può tuttavia essere un comportamento che induce l’individuo a chiudersi in se stesso, rinunciando a una sana socialità.

La composizione del microbiota è fortemente influenzata dall’alimentazione. E questa influenza inizia già fin dai primi giorni di vita e con l’allattamento, che ha effetti diversi se al seno o artificiale. Continuando poi con lo svezzamento e in seguito dalla condotta alimentare quotidiana.

Fattori interni ed esterni possono determinare disbiosi, ovvero alterazioni anche importanti del microbiota. Fra questi fattori vi sono squilibri dietetici, stress psico-fisici, stili di vita non equilibrati e un uso incongruo di farmaci.

Alimentazione e stili di vita corretti possono tuttavia garantire la presenza di un microbiota fisiologico sano e funzionale a mantenere in buona salute l’intero organismo umano.

 

Proprio dentro di noi uno esiste uno dei più complessi ecosistemi della Natura

Per vedere il filmato cliccare qui

Fonte: http://antonioriccipv.com/2014/04/16/proprio-dentro-di-noi-uno-esiste-uno-dei-piu-complessi-ecosistemi-della-natura/

Annunci

, , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: