Il segreto perduto della massoneria codificato nell’architettura delle cattedrali gotiche

Concepite come luogo di culto cristiano, le cattedrali gotiche in Europa contengono, nella loro architettura, un’antica saggezza pagana. Tale saggezza, che precede il cristianesimo, venne inserita, dai massoni operativi, commissionati dalla Chiesa, nelle cattedrali, nelle chiese e in altri edifici. Per secoli l’eresia massonica passò inosservata, ma non appena venne scoperta, [la Chiesa] mise fuori legge i massoni e ne decreto l’immediata distruzione. Le strutture che hanno edificato, tuttavia, sono sopravvissute al tempo e ci raccontano il “segreto perduto” della massoneria.

Per secoli sono girate voci che i massoni possedessero un “grande segreto”. “E’ da sempre riconosciuto che i massoni abbiano un segreto che tengono ben nascosto  …”.  Thomas Paine, Le origini della Massoneria, 1818.

Questo segreto deriva da un insegnamento dell’antica saggezza pagana, un’avanzata e rivoluzionaria “Scienza Sacra” ereditata dall’antichità.

In Guerra e Pace di Tolstoj, massone, si può leggere: “L’oggetto primo e principale del nostro Ordine, il fondamento su cui poggia … è la conservazione e la consegna ai posteri di un particolare ed importante mistero … giunto fino a noi dai tempi più remoti, forse dal primo uomo – un mistero da cui forse dipende il destino dell’umanità”.  Leo Tolstoj, Guerra e Pace, 1869.

Molti affermano che i massoni medioevali codificarono il loro segreto nell’arte e nell’architettura delle chiese, dei castelli e delle cattedrali da loro costruiti, senza che la Chiesa ne fosse al corrente. “Si ritiene, negli ambienti occulti che …  i muratori medievali ereditarono conoscenze esoteriche … e che tale sapienza venne poi incorporata nell’architettura sacra delle cattedrali”.  Michael Howard.

È interessante notare il brusco voltafaccia della Chiesa nei confronti dei massoni: mentre una volta li assumeva, ora li condanna a morte. A partire da papa Clemente XII (1652 – 1740), la Chiesa cominciò a martellare i massoni con encicliche e altri documenti che ne richiedevano la distruzione: “Lo scopo e i propositi della setta massonica una volta portati alla luce sono facili da capire … cercano di far rivivere dopo ben 18 secoli, i costumi e le istituzioni del paganesimo. … Intendiamo rivolgere la nostra attenzione alla società massonica … in modo da portare alla luce sempre più parti di questa forza malvagia …”. Papa Leone XIII, Enciclica Humanum Genus (Condanna della massoneria)

Questo voltafaccia è curioso: quali prove di paganesimo aveva scoperto la Santa Sede? Questa “spaccatura” non venne mai più rinsaldata completamente. Di recente, nel 1983, il cardinale Ratzinger, oggi papa Benedetto XVI, scrisse: “I fedeli che appartengono alle associazioni massoniche sono in uno stato di grave peccato e non possono partecipare alla Santa Comunione”. 

Negli ultimi due secoli sono state condotte poche e superficiali indagi sulla saggezza pagana codificata nell’architettura massonica. Nel 1831, Victor Hugo, autore del romanzo Il gobbo di Notre Dame, scrisse: “… Dai tempi più antichi … la razza umana utilizzò l’architettura come mezzo principale per la scrittura … A volte un ingresso, una facciata o anche un’intera chiesa presentano un significato simbolico del tutto estraneo alla religione o addirittura ostile alla Chiesa … Solo gli iniziati sono in grado di decifrare questi libri misteriosi

Nel 1910, l’architetto e scrittore americano Claude Bragdon (1866-1946) scrisse: “Nell’Europa medievale … frammenti della Dottrina Segreta, trasmessi attravererso il simbolismo e gli insegnamenti, determinano la maggior parte dell’architettura gotica”. Claude Bragdon, The Beautiful Necessity.

Queste due citazioni non sono pretese assurde, infondate: sia Bragdon che Hugo furono uomini rispettati del loro tempo. La loro ricerca, tuttavia, fu limitata. Il soggetto della ricerca rimase sopito fino al 1926, quando l’alchimista ed ermetista francese Fulcanelli, pubblicò “Le Mystere des Cathédrales” in cui descrisse i segreti alchemici delle cattedrali francesi. Il lavoro è dettagliatoma denso e venne criticato per la difficoltà.

Nel presente articolo, si andrà ad illustrare una dottrina pagana incisa nelle pietre delle cattedrali, dimostrandola con i fatti. La dottrina rivelerà che la massoneria è una organizzazione pagana in possesso di una “Scienza Sacra” che va contro la Chiesa cattolica. 

Cattura17

Date una occhiata a queste tre cattedrali di Notre Dame: la facciata occidentale è pressochè identica in tutte e tre le cattedrali. Esse condividono tre qualità uniche:

1) Una coppia di torri gemelle;
2) un gigantesco rosone al centro;
3) tre porte.

Questo schema ripetitivo non è mai stato riconosciuto da alcun studioso o ricercatore e finora nessuno lo ha fatto notare, gli ha dato un nome o ne ha spiegato il simbolismo. Questo schema di facciata, tuttavia, altro non è che un “Codice della Cattedrale”: un messaggio dagli stessi massoni codificato nella pietra e nascosto in piena vista.

Cattura2La Tracing Board massonica 

La Tracing Board massonica è un enigma per i massoni moderni, per gli autori esoterici e addirittura per i ricercatori occulti: non sono sicuri del suo scopo e sono inconsapevoli riguardo il suo simbolismo. La Tracing Board, in realtà, è la chiave per comprendere la facciata gotica occidentale e il segreto perduto dei massoni.

Il vero significato della Tracing Board è, infatti, che si tratta del prototipo di quella stessa facciata occidentale che abbiamo visto sopra. E’ il progetto dietro a quel tipo di facciata … la somiglianza è pressochè innegabile:

Cattura19

Un secolo fa l’autore e massone Walter L. Wilmshurst (1867 – 1939), uno dei pochissimi massoni moderni che capirono profondamente la massoneria, spiegò: “I pilastri gemelli sono stati incorporati nell’architettura cristiana. Se vi ricordate la cattedrale di York o l’Abbazia di Westminster, si possono riconoscere le colonne nelle due grandi torri che fiancheggiano l’ingresso principale …” . W. L. Wilhmshurst, Il significato della Massoneria, 1922.

Cattura20

A sinistra: Westminster Abbey, Londra, Inghilterra. A destra: York Minster, York, Inghilterra

Cosa significano i due pilastri nella Tracing Board? Perché c’è un sole sulla colonna Jachin e una luna sulla colonna Boaz? Qual’è il loro significato? La spiegazione “mainstream” della massoneria, per i due pilastri, è che vengono chiamati “Jachin” e “Boaz” e che un tempo decoravano il Tempio del Re Salomone a Gerusalemme. Anche se questa storia potrebbe essere vera, trascura di spiegare il significato del Sole e della Luna (che, infatti, non vengono mai menzionati in alcuna spiegazione massonica) e non fa riferimento al fatto che i pilastri sono anteriori a Salomone e all’ebraismo di migliaia di anni.

Cattura2

Sul pilastro di destra è posto il Sole [??? il Sole è sul pilastro di sinistra]
Sul pilastro di sinistra è posta la Luna [??? la Luna è sul pilastro di destra]

Cattura001

Cattura002

Cattura003

Cattura005

[In queste immagini il Sole è sul pilastro di destra e la Luna sul pilastro di sinistra]

Questa dualità Sole/Luna è di fondamentale importanza: tutte le culture tradizionali consideravano il Sole e la Luna come “opposti perfetti” o perfetto “paio di opposti”. Madre Natura ha infatti posto il Sole e la Luna in contrasto e ai lati opposti dello spettro della polarità:

Il sole sta per il giorno, ma la Luna significa notte.
Durante il giorno fa caldo, ma di notte fa freddo.
La giornata è piena di luce, ma la notte è piena di oscurità.
Durante la giornata vi è asciutto, la notte invece è umida.

Nota: da questa catena di associazioni … Sole/Luna, Giorno/Notte, Caldo/ Freddo, Luce/Oscurità … dal Sole e dalla Luna scaturiscono tutte le “coppie di opposti” nell’universo visibile!

Questa saggezza delle “coppie di opposti” è la chiave perduta di tutte le scuole misteriche della storia (Filosofia perenne, Insegnamenti ermetici, Pietra filosofale, ecc e così via). Le “coppie di opposti” possono essere individuate nelle meccaniche naturali di Sole e Luna: si dividono il giorno a metà ed essendo il Sole molto più grande della Luna e questa molto più vicina alla Terra appaiono di dimensioni simili. Questi accoppiamenti naturali sono prove evidenti che Sole e Luna sono simboli di egual valore, ma naturalmente opposti.

Si tratta, naturalmente, di una pietra miliare della filosofia antica e massonica che si è persa da tempo: questi corpi celesti vennero messi in tale maniera per uno scopo, per il nostro bene, con l’obiettivo di insegnarci la forza degli opposti.

Wilmshurst riguardo i due pilastri della Tracing Board sovrastati dal Sole e dalla Luna dice: “…  Stanno a significare, per ciò che è noto la “coppia di opposti”. Tutto in natura è doppio e può essere conosciuto solo in contrasto con il suo opposto …”. W.L. Wilmshurst, Il significato della Massoneria.

In The Secret Teachings of All Ages, il massone Manly Hall (1901 – 1990) spiegò: Jachin – la colonna di luce biancaBoaz – la colonna d’ombra delle tenebre. … Questi due pilastri, rispettivamente, connotano anche l’attivo e il passivo … il Sole e la Luna … il bene e il male, la luce e l’oscurità”.  

Warren Kenton ci dice, che le colonne gemelle della cattedrale francese di Chartres sono sovrastate dalle rappresentazioni di un sole e di una luna. “Eretta dai massoni … la facciata ovest di ogni chiesa aveva due torri che rappresentano le colonne gemelle … gli aspetti maschili e femminili, le forze attive e passive, che scendono dal cielo. Chiamate, nella cattedrale di Chartres, le torri del Sole e della Luna … ”. Si noti come Kenton accenni agli “aspetti maschili e femminili.” Questo perchè anche l’uomo e la donna ricadono nella categoria di queste “coppie di opposti”. Nel 20° secolo, l’architetto Claude Bragdon scrisse: “… L’uomo, come il sole, è signore del giorno, egli è come il fuoco, una forza devastante, la donna è soggetta al ritmo lunare, come l’acqua, è morbida, sinuosa, feconda … . Le gilde muratorie del Medioevo erano custodi di inegnamenti esoterici … la torre a nord o destra (lato “dell’uomo”) venne chiamata il sacro pilastro maschile, Jachin; e la torre sud, o di sinistra (lato “della donna ), il sacro pilastro femminile, Boaz …”.  

Se diamo un’occhiata al Certificato di Gran Maestro dell’ “eretico” Giordano Bruno, vediamo un pilastro “maschio” coronato dal Sole sul lato destro e un pilastro “femmina” coronato dalla Luna sul lato sinistro [io vedo esattamente il contrario: un pilastro “maschio” coronato dal Sole sul lato sinistro e un pilastro “femmina” coronato dalla Luna sul lato destro]:

Cattura1

 Questo è lo stesso simbolismo delle “coppie di opposti” codificato nelle torri gemelle della facciata occidentale delle cattedrali gotiche: le colonne della cattedrale gotica simboleggiano il maschile e il femminile.

Una volta spiegato il significato delle coppie degli opposti, l’aggiunta del simbolismo maschile e femminile arricchisce il tutto di un significato più profondo: perché i massoni costruirono una torre “maschile” a destra e una torre “femminile” a sinistra? La spiegazione risiede nel fatto che la dottrina delle “coppie di opposti” non si basa solo sul fatto che l’universo è composto da “coppie di opposti”, la grande saggezza risiede nel fatto che, come l’universo, l’uomo, è formato da opposti. “Come sopra, così sotto” è una frase usata da molti senza coglierne il significato più profondo: l’uomo vive all’interno dell’universo, non è separato da esso. Da ciò deriva il fatto che i nostri corpi fisici sono fatti delle stesse “coppie di opposti” di cui è costituito l’universo.

 [Perché i massoni costruirono una torre “maschile” a destra e una torre “femminile” a sinistra? 

Il re Salomone edifica il tempio di YHWH facendo collocare le due colonne Yakhin (יכין) e Boaz, (בעז)  rispettivamente maschile e femminile, la prima a destra, la seconda a sinistra di colui che avanza verso il tempio … (“Il femminile dell’essere” di Annick de Souzenelle).]

Cattura004

Cattura006

La facciata gotica vista sopra non è solo una rappresentazione della polarità dell’universo è anche un simbolo della polarità presente nel corpo umano: abbiamo due mani, due braccia, ecc, suddivise in due metà simmetriche, il Sole e la Luna.

“L’uomo venne definito come microcosmo, o piccolo mondo, in contrapposizione al macrocosmo, o grande mondo … in ragione di una presunta corrispondenza tra le diverse parti e qualità della sua natura e quelle dell’universo”. Albert Mackey, Enciclopedia della Massoneria.

L’aspetto bilaterale simmetrico del corpo umano è un prodotto della dualità dell’universo: il lato destro è il lato del Sole, del maschile e del calore: il lato sinistro è il lato della Luna, del freddo e del femminile.

Cattura23

 

Nessun essere umano è completamente maschile o del tutto femminile, nonostante il genere fisico e tutti possediamo sia tratti maschili che femminili.

“Anche se essenzialmente è una unità, c’è una ben marcata divisione tra destra e sinistra … due braccia, due gambe, due orecchie, due occhi … Gli elementi di tali coppie sono maschili e femminili, l’uno attivo l’altro passivo”. Claude Bragdon, The Beautiful Necessity.

Nel suo The Pre-eminence of the Right Hand del 1909, ampiamente citato dagli studiosi, il sociologo francese Robert Hertz spiegò: “L’asse che divide il mondo in due metà, una radiante e l’altro oscura, divide anche il corpo in due metà: l’impero della luce e quello delle oscurità”.

Il massone Manly Hall scrisse: “Nei tempi antichi gli uomini combattevano con il braccio destro e si difendevano con il braccio sinistro … il lato destro del corpo venne considerato maschile e quello sinistro femminile”.

Il seguente disegno appare in un manoscritto esoterico di origine sconosciuta risalente al 1400. Si tratta di un umano a due teste, con un uomo nella parte destra che regge il sole e una donna nella parte sinistra che regge la luna:

Cattura24

Anche se in molti non sono consapevoli del simbolismo dietro a questa opera, in realtà si tratta di una rappresentazione esoterica dell’uomo.

Il famoso mago Harry Houdini, massone – afferma su The Metaphysical Magazine: “… Il Sole rappresenta la metà destra del corpo e la Luna la metà sinistra …”.

Cattura25

L’antica simbologia dell’angelo sulla spalla destra e il diavolo sulla spalla sinistra affonda le sue radici nella dottrina esoterica che afferma la composizione duale dei nostri corpi. Essa, infatti, spiegherebbe tutti le idee di dualità presenti nella società umana: demoni e divinità, peccatori e santi e così via. Siamo una coppia di opposti avvolti in un contenitore umano e secondo la filosofia esoterica questo ci consente di compiere imprese straordinarie. Per farlo, però, dobbiamo prima capire che le “coppie di opposti” sono in realtà relative alla Trinità e questa prova è codificata nella facciata della cattedrale e nell’ingresso a tre porte.

Il numero tre in massoneria – Il trittico

Proprio come il “Codice della Cattedrale”, queste tre porte d’ingresso non sono mai state oggetto di studio. Chiamiamolo dunque “Trittico”, questo trittico è direttamente collegato con le torri gemelle sopra ad esso.

Cattura26

Le torri gemelle vengono simboleggiate a terra dalle doppie porte del Trittico, che vanno a rappresentare gli opposti.

Le torri gemelle si innalzano dalle porte esterne del Trittico. Le porte sono, come le torri, una coppia di opposti e vennero codificate nell’architettura antica e moderna, come dimostra il moderno edificio qui in seguito:

Cattura27

Un enorme Trittico è visibile sulla facciata del Rockefeller Center. Sopra la porta a destra vi è un maschio [???], sopra la porta a sinistra vi è una femmina [???]. Infine un ‘dio’ si trova sopra la porta centrale. Le figure maschile e femminile in cima alle porte sono, naturalmente, una coppia di opposti:

Cattura28

Il modello a Trittico che adorna l’entrata del Rockefeller Center corrisponde al simbolismo massonico del Sole (a destra), della Luna (a sinistra), e dell’occhio spirituale (al centro).

Qual’è il simbolismo che si cela dietro la terza porta? Sappiamo già, il significato sotteso alle porte esterne: qual è il significato esoterico della porta centrale?

La risposta è una parte importante del segreto perduto della massoneria: il segreto è simboleggiato dal numero 3, sacro nella massoneria, la terza porta altro non rappresenta che se stessi. Quel dio al centro del trittico rappresenta l’anima dell’uomo, il Sé eterno che non è fisico, il Sé che ogni corpo umano, o “coppia di opposti”, contiene al suo interno. Le due metà opposte contengono un elemento più elevato: l’anima. 

“Non hai un’anima. Sei un’anima. Hai un corpo” C. W. Lewis.

Il corpo, il fisico, sono materiali e temporanei, composti dalle stesse coppie di opposti del mondo materiale in cui vivono. L’anima, tuttavia, non sottosta alle regole del mondo materiale: vive libera dalle leggi dell’universo fisico, un insegnamento che trova eco nel racconto biblico del Giardino dell’Eden in cui l’uomo cadde nel mondo inferiore dopo aver mangiato dell’albero della Conoscenza del Bene e del Male.

“… La caduta [della tua anima] dalla perfezione alla dualità … fu la naturale conseguenza della scoperta della dualità del bene e del male … Questa è la versione biblica di un mito noto a molti paesi …”. Joseph Campbell.

Il Sé o anima, quindi, è sceso dalla sua casa spirituale nei cieli atterrando nel dualismo della materialità: “Secondo questa dottrina mistica … tutte le anime pre-esistevano e scesero dal mondo spirituale nella prigione terrena del corpo …” John Yarker, Scuole Arcane.

Questo insegnamento implica che gli esseri umani sono in realtà già divini: esistevano prima della nascita del corpo e sopravviveranno ad esso. Una volta caduta, tuttavia, l’anima è imprigionata all’interno di un corpo materiale che imita la dualità dell’universo in cui vive.

“L’uomo è un dio nel corpo di un animale in base al pronunciamento della filosofia antica …” Alvin Boyd Kuhn.

La parola “imprigionata” è azzeccata perché il tuo corpo non è la tua vera casa, ma un veicolo imperfetto e transitorio. Il corpo imprigiona l’anima perché richiede cura e manutenzione costante. Per sopravvivere, deve continuamente: respirare, mangiare, bere, mantenere una temperatura costante, combattere le malattie. Un corpo può resistere per decenni, ma la morte alla fine giungerà comunque.

Per gli antichi, la caduta in questo fragile corpo umano è una tragedia: “… I platonici, in generale, credevano in uno stato pre esistente, in cui tutte le anime commisero peccato e persero quindi le ali, con la quale una volta erano in grado di ascendere. Ciò fu una punizione per le colpe commesse ”. Olinthus Gregory, The Fall of Man and the Depravity of  Nature.

Il risultato finale di tutto ciò è la perdita del vero Sé e della vera origine del tutto: l’anima è scesa così profondamente nel mondo materiale che ha perso di vista l’eterno «dio interiore».

“Un uomo è un dio in rovina.”  Ralph Waldo Emerson.

L’anima è quindi imprigionata in questa condizione su cui non ha alcun controllo, non è però del tutto impotente. L’anima è eterna, un tratto che la impregna di poteri particolari: poteri che possono essere esercitati nel mondo materiale. Anche se l’anima è in una condizione decaduta, non ha perso i suoi poteri, sono semplicemente nascosti o poco riconoscibili. La massoneria esiste non solo per rivelare all’uomo la presenza della sua anima interiore, ma per aiutarlo a ritrovare i suoi poteri occultati dal corpo fisico.

Possiamo vedere tutto questo concetto scolpito su una antica statua che si trova nelle rovine delle Grotte Elefantine di Bombay, India. Si noti come la statua sia suddivisa in tre parti, con un maschio sulla destra (il sole, il pilastro Jachin) una femmina sulla sinistra (la luna, il pilastro Boaz) e un “dio” al centro (l’eterno, il Sè spirituale).

Cattura29La maschera dell’eternità, descritta da Joseph Campbell. Grotte Elefantine, India.

 

Joseph Campbell sostiene che siamo tutti esseri potenti. Per innescare questi poteri … per attivarli … è necessario utilizzare la formula effettiva del numero tre. Cioè, hai bisogno di “riconciliare” o “equilibrare” la coppia di opposti del nostro corpo. Ciò costituisce la base del segreto perduto della massoneria: “… Solo con la riconciliazione delle forze opposte si può iniziare il percorso verso la vera conoscenza occulta e il potere pratico …”. Israel Regardie, The Eye in the Triangle.

In altre parole, è necessario “unire” la metà destra maschile con la metà sinistra femminile, i due pilastri del sole e della luna:

“… Unisci il maschile al femminile e troverai quello che cerchi …”.  Aforismi di Zosimo.

Una volta che le due forze opposte vengono equilibrate o riconciliate, la vera “anima interna”, si rivelerà. Questa pratica dell’unire gli opposti bilanciandoli è una pratica antica, sconosciuta in Occidente ed ora parte esclusiva delle sole religioni orientali:

“Purtroppo la nostra mentalità occidentale, priva di tutta una parte di cultura, non ha ancora messo a punto un concetto e neppure un nome, per l’unione degli opposti attraverso la via di mezzo, che è il punto fondamentale dell’esperienza interiore … E’… allo stesso tempo il più individuale e il più universale dei fatti”. Carl Jung.

Questa “unione degli opposti, attraverso il sentiero di mezzo”, descritta da Jung, è il segreto dell’ingresso a “Trittico” delle cattedrali gotiche. Esso costituisce la saggezza perduta dei massoni, oltre a rappresentare il significato più profondo del numero tre.

Il Trittico, molto elegantemente, trasmette l’antica saggezza occulta della pratica citata. Essa è in contrasto con il credo cristiano tradizionale che il corpo e l’anima di ogni essere umano vengano creati al momento della loro nascita sulla Terra.

I massoni non si limitarono a codificare questo segreto nelle cattedrali gotiche, ma abbellirono anche castelli, logge, templi, e una moltitudine di altri edifici con l’ingresso a Trittico, incorporando il loro segreto per le generazioni future.

Il “segreto perduto” dei massoni è lungi dall’esserlo veramente, è infatti possibile ritrovarlo incorporato nelle costruzioni da loro realizzate: si tratta di una antica dottrina pagana, che anticipa il cristianesimo. Si tratta di una dottrina che ha a che fare con il Sé eterno e con la dualità del mondo materiale e del corpo, in particolare, con il bilanciamento dello stesso per trovare la via di mezzo.

Fonte: http://www.neovitruvian.it/2012/05/07/il-segreto-perduto-della-massoneria-codificato-nellarchitettura-delle-cattedrali-gotiche/

Annunci

, ,

  1. #1 di mariapace2010 il 1 maggio 2014 - 10:48 AM

    Interessantissimo articolo, approfondito ed accattivante… ho dato uno sguardo agli altri articoli che mi riprometto di leggere tutti… Maria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: