“Sionismo: storia di uno Stato inventato” di Wilma Criscuoli

Perché arabi e ebrei hanno cominciato ad odiarsi?

Per l’ebraismo? Per l’Islam? Per il petrolio o per il denaro?

Improbabile, dato che 1300 anni, fin dalle origini dell’Islam, ebrei e mussulmani hanno vissuto insieme in un armonia religiosa e culturale senza precedenti. In Palestina, Nord Africa, Spagna, tutto andava bene fino al XXI secolo.

Ma poi è successo qualcosa, e da allora ebrei e arabi hanno cominciato a odiarsi. Perché? Cosa è successo? Dove?

Basilea, Svizzera, lì è cominciato tutto.

Basilea fu la sede della prima conferenza Sionista nel 1897. Il sionismo era un movimento politico di risveglio nazionale ebraico, con lo scopo di riunire tutti gli ebrei in una patria nazionale.

Ma in quale terra era questa Patria? Furono lanciate le proposte più strane, anche con destinazioni meno esotiche. A Basilea il Sionismo decise un luogo idealmente e storicamente rilevante: la Palestina.

Decisione presa al tavolino, sopra le teste dello stesso popolo ebraico, che non aveva nessuna esigenza di riunirsi in una sola terra.

Theodore Herzi, venne considerato il fondatore ideologico del Sionismo, scrisse nel 1985:

“Dovremmo cercare di mandare via la popolazione povera oltre il confine”

Leo Motkin, uno dei pensatori più liberali del sionismo scrisse:

“La colonizzazione della Palestina deve procedere in due direzioni, edificare colonie ebraiche in Eretz Israele e ricollocare gli Arabi in aeree fuori del Paese”

Chaim Weizmann , capo del congresso mondiale sionista e futuro presidente di Israele dichiarò che i Palestinesi:

“Sono come i sassi della Giudea: ostacoli da rimuovere in un terreno difficile”

I Sionisti fecero andare in Palestina la popolazione ebraica e dissero: questo è il nostro Paese, senza riconoscere che c’era già un altro popolo che viveva in quella terra, e cercare una soluzione di convivenza. No, la Palestina è il Paese unicamente degli ebrei, legittimandosi un diritto ideologico.

Se sei Palestinese o chiudi il becco o vivi in una delle isolette che abbiamo dato, per clemenza revocabile, non per diritto, o te ne vai.

Così i Sionisti cominciarono a promuovere alla fine del 19° secolo in tutto il mondo l’emigrazione degli Ebrei in Palestina, anche controvoglia dello stesso popolo ebraico. Nel vocabolario sionista questo è chiamato Aliyah, cioè salire in un posto più alto.

Molti ebrei non condividevano per niente questa idea e migrarono negli Stati Uniti, altri condizionati ideologicamente ci andarono veramente in Palestina.

I Sionisti lanciarono l’idea di comprare uno Stato, e comprarono tutte le terre ad insaputa dei latifondisti Palestinesi assenti, dopo di chè cacciarono tutti i Palestinesi che ci vivevano. I sionisti chiamarono questo processo “ebraicizzazione della terra” e “redenzione della terra”

Termini usati tutt’ora nelle polotiche governative di Israele. Ma altri eventi favorirono i Sionisti.

Nel 1917 gli Inglesi conquistarono la Palestina dai Turchi, e nello stesso anno legalizzarono l’idea di Patria Nazionale Ebraica, con la dichiarazione di Balfour.

Gli Inglesi di fatto legalizzarono lo Stato Ebraico violando le condizioni del mandato in Palestina, inserendo la dichiarazione di Balfour nello stesso mandato. E furono proprio gli Inglesi che con la violazione del mandato diedero ai Sionisti il diritto di creare una maggioranza ebraica.

Questo e altro, è spiegato in questo splendido film:

Un film indipendente di Ronen Berelovich.

E’ la storia storia del sionismo e dell’applicazione pratica di questa ideologia nella creazione dello stato di Israele. La pulizia etnica,il colonialismo e l’apartheid usati verso la popolazione palestinese per produrre uno stato ebraico demograficamente “puro” Ronen Berelovich è un cittadino israeliano e ha fatto anche parte dell’esercito israeliano come riservista,esperienza che gli ha mostrato l’occupazione in prima persona.

Fonte: http://www.losai.eu/sionismo-storia-di-uno-stato-inventato/#.UJah6yqF_hI

Annunci
  1. #1 di icittadiniprimaditutto il 4 novembre 2012 - 10:43 PM

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: